In Piazza con la Protezione Civile

Locandina Evento In Piazza Con La Protezione Civile
  Inviato da admin   sabato 06 ottobre 2012 - 07:26:00
stampa friendly crea pdf di questa news

Volontari della Protezione Civile consegnano aiuti pro terremotati in Emilia
Consegnate roulottes, tende e generi alimentari offerti da cittadini
Consegnate roulottes, tende e generi alimentari offerti da cittadini.

Da più di un mese si è abbattuta sull’Italia un’altra calamità naturale, che ha sconvolto una regione, e che costringe tuttora tanta gente a non condurre ancora una vita normale.
Ed è nella normalità della vita quotidiana che il volontariato interviene per sostenere, magari anche nelle piccole cose, le necessità contingenti. E forse è ancora la conoscenza diretta, o il passaparola, a far scoprire situazioni particolari, che, con un piccolo gesto, possono essere almeno in parte corrette.

Così è stato per l’Associazione Volontari della Protezione Civile di Treviglio, contattata da una persona residente nelle zone terremotate, che ha fatto presente il bisogno di ottenere qualche aiuto concreto.
Grazie all’offerta generosa di alcuni nostri concittadini, alcuni volontari hanno personalmente consegnato a Novi di Modena negli ultimi due week-end roulottes e tende, in modo da portare un sollievo ad alcune famiglie. Certo, nel mare dei problemi che si stanno susseguendo, forse questo atto potrebbe essere considerato poca cosa, ma i nostri Volontari assicurano che è stata davvero una bella domenica, e che riportare il sorriso negli occhi e sulle labbra di alcune persone è pur sempre motivo umano di orgoglio e soddisfazione. I Volontari hanno consegnato anche alcuni generi alimentari.

La situazione si stà molto lentamente normalizzando, almeno per quanto alle situazioni logistiche più urgenti. A oggi la vera richiesta è riferita all’agibilità delle case, al loro sgombero definitivo o al loro riutilizzo. Per quanto ai generi alimentari la catena degli aiuti attualmente funziona molto bene; di conseguenza rimaniamo in attesa di ulteriori indicazioni e/o richieste specifiche al fine di iniziare una raccolta che, per il momento, contrariamente a quanto precedentemente annunciato, resta sospesa. Rimane comunque aperta la possibilità di aderire, da parte dei cittadini, a offerte per roulottes e di altri generi di prima necessità da consegnare direttamente in zona a cura dell’Associazione.

Gianni Perego



Galleria fotografica

  Inviato da admin   martedì 03 luglio 2012 - 22:35:00
stampa friendly crea pdf di questa news

Odore... di pericolo.
Un pericolo poco evidente, ma invadente


Gli alunni della 5B I.C -Padre Cesare Albisetti- di Terno d'Isola
Gli alunni della 5B I.C -Padre Cesare Albisetti- di Terno d'Isola
E’ ormai marzo; le giornate si allungano, il sole risplende nel cielo e noi, più veloci della luce, usciamo all’aperto a giocare con la palla, con la bici, con i roller..
L’aria tiepida ti accarezza il viso e ti invita a respirare a pieni polmoni. Ma che cosa è questo odore cattivo che ad un tratto ci avvolge? Da dove viene?
La risposta è: dalle industrie, dalle troppe auto in circolazione, dalle discariche, più o meno nascoste, dal notevole e poco controllato uso di insetticidi e detersivi.
Spesso sentiamo parlare di inquinamento e di rischio chimico. Ma cosa si intende per rischio chimico?
È’ la probabilità che l’ambiente e gli esseri umani subiscano un danno grave per l’esposizione ad uno o più agenti chimici, ossia a sostanze pericolose che troviamo anche nei prodotti per la casa, come l’ammoniaca, la candeggina, la benzina, sostanze che servono nella vita quotidiana e che richiedono delle precauzioni d’uso.
Sono tutte contrassegnate da simboli, che grazie all’intervento dei volontari della Protezione Civile di Treviglio, signori Gianni Perego e Marco Villa, siamo in grado di riconoscere.
Ogni simbolo ( pittogramma), evidenziato con un disegno stilizzato e un numerino che classifica la sostanza (1 esplosivo, 3 infiammabile, 6 tossiche..) viene indicato in un quadrato con sfondo arancio o come nella nuova classificazione in un rombo con sfondo bianco con i bordi neri.
Anche i mezzi che trasportano sostanze chimiche pericolose sono contrassegnati, oltre che dai cartelli a forma di rombo anche da un cartello arancione, chiamato Kemler, che ne evidenzia, con dei numeri la pericolosità.
Alla larga da questi mezzi è il consiglio pratico dato dai due volontari.
Il nostro paese ha, come area di maggiore rischio, la strada Provinciale, via Roma, perché in essa transitano anche camion che trasportano sostanze pericolose. In caso di incidente, precisa Gianni, il piano di emergenza predisposto prevede tre aree di rischio: la zona di sicuro impatto ( dove avviene l’incidente), la zona di danno ( dove è probabile si propaghi l’evento ) e la zona di attenzione ( più lontana, dove il rischio è meno forte). Intervengono i Vigili del Fuoco, l’Ente preposto a questo intervento, che devono indossare un equipaggiamento particolarmente pesante che rende molto lenti i movimenti.
Se “ prevenire è meglio che curare “, naso…in guardia!



- Vedi l'articolo completo de "Il Giorno"

  Inviato da admin   venerdì 23 marzo 2012 - 18:31:09
stampa friendly crea pdf di questa news

Cessato l'allarme rischio chimico a Treviglio
Volontari sul luogo dell'incidente
Volontari sul luogo dell'incidente
Momenti di apprensione nel pomeriggio di venerdì 2 marzo nell'area ex-Baslini a Treviglio, quando una ruspa, impegnata nei lavori di bonifica dell'area, ha urtato involontariamente una bombola nascosta tra le sterpaglie e i detriti e contenente una sostanza chimica sconosciuta.
Un forte odore di cloro si è subito propagato nelle zone adiacenti all'area e immediatamente è stato dato l'allarme ai Vigili del Fuoco di Treviglio e alle autorità compententi.
Sul luogo sono intervenuti tempestivamente a supporto delle autorità gli esperti chimici della nostra associazione Gianni Perego e Gianachille Giuliani.
Nella zona è stato bloccato il traffico stradale e ferroviari e i cittadini sono stati invitati a restare in casa.
Sono intervenute successivamente le squadre di pronto intervento NBCR dei Vigili del Fuoco di Dalmine e di Milano che dopo un'analisi hanno dichiarato che nella bombola era contenuto acido cloridrico, provvedendo di conseguenza alla messa in sicurezza della bombola.
Alle 21.45 il comandante del Vigili del Fuoco ha comunicato al Sindaco e alle autorità competenti il cessato allarme.




Links della stampa:

Giornale di Treviglio 1
Giornale di Treviglio 2
Eco di Bergamo
Bergamo News
Corriere della Sera - Edizione Bergamo
Il Giorno
  Inviato da admin   sabato 03 marzo 2012 - 10:49:38
stampa friendly crea pdf di questa news

Festa del ringraziamento del volontariato di protezione civile
Come ogni anno l'assessorato alla Protezione Civile della Provincia di Bergamo promuove la "Festa del ringraziamento del volontariato di Protezione Civile", un'occasione per riunire tutti i volontari della provincia. Quest'anno Treviglio è stata scelta come luogo della tradizionale festa.

Nella mattinata di sabato 17 dicembre confluiranno nella nostra città centinaia di volontari che partendo dal PalaFacchetti sfileranno per le vie del centro fino alla basilica di S.Martino dove sarà celebrata una messa.
A seguire verranno consegnati riconoscimenti per le attività svolte dai gruppi bergamaschi durante l'emergenza del 2009 in Abruzzo.

Sarà anche un'occasione per promuovere il volontariato di Protezione Civile e, benchè sia risaputo, mostrare quanto sia numeroso il movimento della Protezione Civile nella bergamasca. Infine sarà l'occasione per lo scambio degli auguri natalizi.





Il programma:

8.45Ammassamento dei volontari presso il PalaFacchetti
10.15Sfilata per le vie del centro e arrivo in Basilica "S.Martino"
11.00S.Messa
12.00Discorsi e riconoscimenti per leattività svolte durante l'emergenza in Abruzzo 2009
12.30Rinfresco (sotto il porticato del Comune di Treviglio)



  Inviato da admin   martedì 22 novembre 2011 - 10:21:21
stampa friendly crea pdf di questa news

Terminato il corso di formazione e aggiornamento sul Rischio Tecnologico
I partecipanti al corso
I partecipanti al corso
Con l'ultima lezione di venerdì 11 novembre è terminato il "Corso di formazione e aggiornamento sul Rischio Tecnologico" organizzato dalla nostra Associazione con il patrocinio dell'Assessorato alla Protezione Civile della Provincia di Bergamo e del Comune di Treviglio.

Le tematiche del Rischio Chimico sono molto sentite nel nostro territorio (pianura bergamasca) per la presenza di numerose industrie chimiche classificate a rischio incidente rilevante (R.I.R.).
Se però le industrie sono soggette a precise regole di sicurezza, molti ignorano che un rischio maggiore proviene dal trasporto di merci pericolose sulle nostre strade, anche circonvallazioni cittadine, autostrade e ferrovie.
La pianura bergamasca a breve verrà attraversata da importanti arterie di traffico, la Brebemi già in costruzione e la futura Autostrada Bergamasca ancora in fase di progetto, che provocheranno inevitabilmente un aumento di transito delle merci pericolose e il conseguente innalzamento della possibilità che un mezzo che trasporta tali sostanze possa essere coinvolto in un incidente.
L'Associazione Volontari della Protezione Civile di Treviglio e Gera d'Adda da sempre è sensibile alle tematiche del rischio chimico/tecnologico.
Il corso aveva come obiettivo introdurre o aumentare la consapevolezza del tipo di rischio, la previsione e la prevenzione.

Durante la prima lezione il relatore Gianni Perego ha elencato le normative riguardanti il rischio tecnologico, la realtà delle industrie a rischio incidente rilevante della provincia di Bergamo, il Piano per la gestione dell’Emergenza Esterna (PEE), il ruolo importante dell'informazione a favore dei cittadini.
Nella seconda lezione l'Ing. Gianachille Giuliani ha invece invitato alla "lettura" della simbologia in uso nel trasporto delle merci pericolose, come identificare la merce trasportata o stoccata nei magazzini attraverso i simboli e i cartelli e, avvalendosi di video, ha messo in guardia circa i pericoli di sottovalutazione dei rischi o dei soccorsi prestati istintivamente senza la valutazione degli scenari degli incidenti.
Infine nella terza lezione il Dott. Federico Merisi ha esposto come attuare il primo soccorso in caso di contatto accidentale e inalazione delle sostanze tossiche, le modalità di disinquinamento individuale degli operativi e le procedure di recupero e disinquinamento dei feriti.

Si è trattato di un corso sperimentale, il primo nel suo genere in Lombardia, in attesa del riconoscimento di Eupolis Lombardia (Istituto superiore per la ricerca, la statistica e la formazione) e indirizzato agli Enti e Istituzioni di Pubblica Sicurezza, ai Volontari di Protezione Civile, ai Volontari di Pronto Soccorso Sanitario e agli Istituti/Servizi di sorveglianza.
Il corso è stato un successo, anche di partecipazione con oltre 100 iscritti.

Di seguito sono disponibili in formato PDF le diapositive proiettate nelle serate del corso dai relatori Gianni Perego, ing. Gianachille Giuliani e dott. Federico Merisi.


Lezione venerdì 28 ottobre 2011 - Gianni Perego

Lezione venerdì 4 novembre 2011 - ing. Gianachille Giuliani

Lezione venerdì 11 novembre 2011 - dott. Federico Merisi

  Inviato da admin   sabato 12 novembre 2011 - 22:02:00
stampa friendly crea pdf di questa news

Il nostro Presidente nominato per la Consulta Regionale del Volontariato di Protezione Civile

L'Assessore provinciale Fausto Carrara
e il nostro presidente Gianni Perego
L'Assessore alla Protezione Civile della Provincia di Bergamo Fausto Carrara ha nominato i due delegati a rappresentare la nostra provincia nella Consulta Regionale del Volontariato di Protezione Civile.

Uno dei due delegati sarà il nostro presidente Gianni Perego, attivo nel Volontariato di Protezione Civile dalle sue origini.

La notizia riempie d'orgoglio la nostra Associazione che da oltre venticinque anni è impegnata soprattutto nell'opera di sensibilizzazione del Rischio Chimico.





  Inviato da admin   giovedì 20 ottobre 2011 - 13:48:36
stampa friendly crea pdf di questa news

Vai a pagina  1 2 3 [4] 5 6 7 8 9 10
   
Associazione Volontari della Protezione Civile di Treviglio e Gera d'Adda
Via Abate Crippa, 34/C - 24047 Treviglio (BG)
Tel. : +39 (0363) 419272 - Fax : +39 (0363) 419272 - E-mail :info@protezioneciviletreviglio.it
This site is powered by e107, which is released under the terms of the GNU GPL License.
Render time:1.7707sec0.0185di queries.queries DB36. Memoria in uso:14,698kb